Russia 2018 – Cominciano i quarti. Altri epiloghi ai rigori secondo le statistiche

Russia 2018 – Cominciano i quarti. Altri epiloghi ai rigori secondo le statistiche

L’analisi statistica dei quarti di finale ad eliminazione diretta nella storia dei mondiali

di Stefano Romagnoli

Di Biagio Barthez Francia ItaliaC’è un prima e un dopo.
Perché i rigori ai mondiali di calcio sono stati introdotti solo nel 1978. Anche se per vedere la prima ‘lotteria dagli undici metri’ i tifosi dovettero poi attendere l’8 luglio 1982 e la semifinale fra Germania (allora dell’Ovest) e Francia.
Le gare risolte ai penalty ammontano, attualmente, a 29 (il 20% sul totale da quando esiste questa regola): 11 agli ottavi, 11 a quarti, 5 semi  e 2 finali.
A partire dal 1978 rintracciamo 32 gare valide per i quarti di finale, di cui 2 concluse ai supplementari (6%) e 11 che hanno richiesto i calci di rigore (34%). Stando a queste medie, dunque, è probabile che 2 gare dei quarti di finale vadano ai supplementari, di cui una, sempre stando alla media storica, ai rigori.
E le partite con più reti nei quarti di finale?
Due: Olanda-Brasile 2-3 del 1994 e Brasile-Danimarca 3-2 del 1998.
Per quello che concerne il bilancio ai quarti di finale delle 8 rimaste in corsa a Russia 2018, per poter fare un confronto rilevante, abbiamo preso in considerazione i match a eliminazione diretta, ovviamente validi per i quarti di finale, dall’introduzione dei calci di rigore in poi (cioé dal 1978):
Belgio: 2 gare (1 vittoria – 1 sconfitta)
Brasile: 7 gare (4 vittorie – 3 sconfitte)
Croazia: 1 gara (1 vittoria)
Francia: 4 gare (3 vittorie – 1 sconfitta)
Inghilterra: 4 gare (1 vittoria – 3 sconfitte)
Russia: esordio
Svezia: 1 gara (1 vittoria)
Uruguay: 1 gara (1 vittoria)
————————
E con i calci di rigore come siamo messi?

Chi più, chi meno, tutte le squadre approdate ai quarti di finale di Russia 2018 si sono cimentate almeno una volta in questa specialità.
Ecco il bilancio, nazionale per nazionale, nelle gare mondiali terminate ai calci di rigore.
Belgio: 1 sfida (1 vittoria 1986)
Brasile: 4 sfide (3 vittorie 1994, 1998, 2014 – 1 sconfitta 1986)
Croazia: 1 sfida (1 vittoria 2018)
Francia: 4 sfide (2 vittorie 1986, 1998 – 2 sconfitte 1982, 2006)
Inghilterra: 4 sfide (1 vittoria 2018 – 3 sconfitte 1990, 1998, 2006)
Russia: 1 sfida (1 vittoria 2018)
Svezia: 1 sfida (1 vittoria 1994)
Uruguay: 1 sfida (1 vittoria 2010)
———————–
Insomma, 6 squadre presentano un rendiconto positivo, staziona in equilibrio la Francia, mentre per l’Inghilterra possiamo parlare di maledizione dagli undici metri. Anzi, potevamo parlare di maledizione almeno fino a qualche ora fa, poi con la Colombia è cambiato tutto. O così sperano i tifosi dei tre leoni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy