Primavera1 – Giudice Sportivo: mano “pesante” con Fiorentina e Milan

Primavera1 – Giudice Sportivo: mano “pesante” con Fiorentina e Milan

Il comunicato ufficiale del Giudice Sportivo

di redazione nc.it

LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A
COMUNICATO UFFICIALE N. 233 DELL’8 maggio 2018
A) RISULTATI DI GARE
Si rendono noti i risultati delle gare sotto indicate con riserva dell’assunzione di altre eventuali decisioni in esito all’esame della posizione dei calciatori che vi hanno preso parte:
CAMPIONATO PRIMAVERA 1 TIM – TROFEO GIACINTO FACCHETTI
[CLICCA PER LEGGERE LA CLASSIFICA AGGIORNATA]

Gare del 5-6 maggio 2018 – Tredicesima giornata ritorno
Bologna-Atalanta 2-3
Chievo Verona-Roma 0-2
Genoa-Torino 1-3
Juventus-Udinese 2-0
Lazio-Sampdoria 0-1
Milan-Fiorentina 3-3
Napoli-Internazionale 0-0
Sassuolo-Hellas Verona 1-3


B) DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
Il Giudice Sportivo prof. avv. Alessandro Zampone, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 8 maggio 2018, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:
CAMPIONATO PRIMAVERA 1 TIM – TROFEO GIACINTO FACCHETTI
[CLICCA PER LEGGERE LA CLASSIFICA AGGIORNATA]
Gare del 5-6 maggio 2018 – Tredicesima giornata ritorno
In base alle risultanze degli atti ufficiali si deliberano i provvedimenti disciplinari che seguono, con riserva dell’assunzione di altre eventuali decisioni, in attesa del ricevimento degli elenchi di gara:
a) CALCIATORI
CALCIATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER TRE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
HAIDARA Siaka (Milan): per avere, al 26° del secondo tempo, a giuoco fermo, colpito con un calcio ad una gamba un calciatore della squadra avversaria.
SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
ILLANES MINUCCI Julian (Fiorentina): condotta antisportiva per avere, al 26° del secondo tempo, spinto reiteratamente con le mani sul petto un calciatore della squadra avversaria.
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
BOCIC Milos (Udinese): per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco.
CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
DANIELI Nicola (Chievo Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
FRABOTTA Gianluca (Bologna): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Decima sanzione).
ROMEI Carlo (Sampdoria): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
SOTTIL Riccardo (Fiorentina): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; già diffidato (Decima sanzione).
PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO
AMMONIZIONE CON DIFFIDA (NONA SANZIONE)
BANIYA Rayyan (Hellas Verona)
POBEGA Tommaso (Milan)
AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
BRAN Alex nicolae (Chievo Verona)
DI MASI Manlio (Chievo Verona)
KUMBULLA Marash (Hellas Verona)
AMMONIZIONE
OTTAVA SANZIONE
CHERUBIN Alessandro (Hellas Verona)
TERZA SANZIONE
BIANCHI Edoardo (Torino)
COLLEY Ebrima (Atalanta)
SECONDA SANZIONE
BETTELLA Davide (Internazionale)
CAVACO JORDAO Bruno Andre (Lazio)
FARABEGOLI Tommaso (Sassuolo)
MANZI Claudio (Napoli)
MEADOWS Dario Vittorio (Roma)
PRIMA SANZIONE
LOMBARDONI Manuel (Internazionale)
RIZZO PINNA Andrea (Atalanta)
PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO
AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
GABBIA Matteo (Milan)
AMMONIZIONE
OTTAVA SANZIONE
RANIERI Luca (Fiorentina)
TERZA SANZIONE
LOMBA NETO Pedro (Lazio) per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria (Seconda, Terza sanzione)
OUKHADDA Shady (Torino)
b) ALLENATORI
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
PAVAN Simone (Sampdoria): per avere, al 45° del primo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale rivolgendo al Direttore di gara espressioni gravemente ingiuriose.
c) DIRIGENTI
AMMONIZIONE CON DIFFIDA
SCHIETROMA Salvatore (Lazio): per avere, al 38° del primo tempo, a giuoco fermo, contestato platealmente una decisione arbitrale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy