Coppa Italia – Ok le squadre che hanno puntato sui “titolari”

Coppa Italia – Ok le squadre che hanno puntato sui “titolari”

Le quattro squadre che hanno ottenuto l’accesso in semifinale hanno utilizzato almeno 8/11 dei giocatori col maggior minutaggio in campionato. Anche l’Inter, uscita solo ai tempi supplementari, ha fatto giocare ben 10 “titolari”

Le 4 squadre che hanno ottenuto l’accesso alle semifinali di Coppa Italia, o meglio, le 5 squadre che non hanno perso le proprie gare durante i 90 minuti regolamentari dei quarti di finale, hanno in comune un fattore statistico: hanno tutte utilizzato almeno 8 giocatori fra gli 11 con il più alto minutaggio in campionato.
La tabella sottostante spiega bene questa analisi.
Da notare come la Juventus abbia, inizialmente, schierato 6 “titolari”, per poi arrivare ad 8 con le sostituzioni in corso di gara. Da evidenziare anche il fatto che Torino, Napoli e Fiorentina, cioé le 3 squadre eliminate al termine dei 90 minuti regolamentari, siano state le uniche a terminare la gara con meno di 6 “titolari”, a differenza delle altre cinque formazioni che, al triplice fischio, si trovavano in campo con almeno 7 “titolari”.

Tot. Titol. Sub. Sost. Non
entr.
Lazio 10 8 2 1 1
Inter 10 8 2 2 0
Atalanta 9 8 1 2 2
Milan 8 8 0 1 3
Juventus 8 6 2 1 1
Torino 7 7 0 2 2
Napoli 7 4 3 2 3
Fiorentina 5 4 1 1 5

NB: in grassetto abbiamo indicato le squadre che hanno passato il turno

****************************************************************
LEGGI ANCHE:
– Classifica anno solare: trionfo del Napoli su Juventus e Roma
– L’Inter è squadra con più spettatori del girone d’andata. Aumento del 10,3% in Serie A
– Il Cosenza ritira la maglia di Bergamini. L’elenco completo dei numeri ritirati in Italia
– Coppa Italia – La griglia delle semifinali è completa. Il tabellone aggiornato
– Ranking FIFA – L’Italia chiude il 2017 davanti ad Inghilterra e… Svezia
****************************************************************

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy