Serie A: solo uno straniero su tre al Mondiale di Russia

Serie A: solo uno straniero su tre al Mondiale di Russia

L’attenzione per quanto riguarda il Mondiale di Russia potrebbe ricadere su quei giocatori ammirati durante l’anno in Serie A

di spes

Con l’Italia fuori dai giochi, l’attenzione per quanto riguarda il Mondiale di Russia potrebbe ricadere su quei giocatori ammirati durante l’anno in Serie A e che, tra giugno e luglio, disputeranno la fase finale della competizione indossando la maglia della propria nazionale. Come scrive calcioefinanza.it, gli italiani “di adozione” che parteciperanno alla massima competizione per Nazionali non saranno poi così tanti. La Serie A sarà rappresentata poco e non benissimo, nel senso che la stella più luminosa del nostro campionato, Dybala, a oggi è soltanto l’alter ego di Leo Messi nell’Argentina.

Gli stranieri della Serie A che sono stati convocati dalle nazionali qualificate al Mondiale sono stati 58, ai quali se ne aggiungono altri 20 che nell’ultimo anno hanno raccolto almeno qualche convocazione, con Cionek e Laribi dalla B in aggiunta. Che poi abbiano effettivamente un posto in Russia, è tutto da vedere. Callejon, Luis Alberto e Suso nella Spagna, per fare un esempio, sono protagonisti con Napoli, Lazio e Milan, ma nelle Furie Rosse la concorrenza è formidabile.

Insomma, a conti fatti meno di 80 potenziali partecipanti a Russia 2018, a volerli mettere dentro proprio tutti tutti, su 246 stranieri impiegati nel campionato italiano significano una cosa sola: non ci sono troppi stranieri, ci sono troppi stranieri di terzo o quarto piano. Gente che evidentemente aggiunge poco alla qualità del prodotto Serie A.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy