Serie A sempre più “ostica” per le neo promosse! Benevento, Crotone e Spezia sono avvisate

Le squadre promosse dalla Serie B, soprattutto negli ultimi anni, sono spesso retrocesse nel successivo campionato di Serie A

di Roberto Vinciguerra, @RobWinwar

La retrocessioni di Lecce e Brescia hanno confermato il recente dato che riguarda la concreta difficoltà per le squadre neopromosse di durare più di una stagione nel successivo campionato di Serie A.
L’ultima volta in cui non si verificò questo evento risale alla stagione 2007-08, quando non retrocesse in Serie B nessuna delle 3 “neopromosse” (Juventus, Napoli e Genoa).
A partire dall’anno successivo, poi, è puntualmente retrocessa, almeno, una delle tre squadre promosse l’anno prima dalla Serie B: nel 2009 toccò al Lecce, nel 2010 al Livorno, nel 2011 al Brescia, nel 2012 al Novara, nel 2013 al Pescara, nel 2014 ancora al Livorno e nel 2015 al Cesena.
Nel 2016 furono 2 (Carpi e Frosinone) le neo promosse a retrocedere immediatamente nella categoria cadetta (cosa che non si verificava dal 2000), mentre, nel 2017, era stato nuovamente il Pescara a retrocedere da compagine neopromossa. Nel 2018 “scesero” subito Verona e Benevento come del resto fecero l’anno successivo Empoli e Frosinone.
Da evidenziare il fatto che, negli ultimi 50 anni, poche volte le neopromosse sono riuscite tutte a salvarsi nel successivo campionato di Serie A, 8 per la precisione: nel 1979, 1983, 1988, 1989, 1995, 1999, 2007 e, come già specificato, 2008.
Da sottolineare anche il fatto che, in tre stagioni (1989, 1995 e 1999), siano state, addirittura, 4 le neopromosse non retrocesse, mentre, in due casi, ben 3 neopromosse sono subito retrocesse (1986, quando retrocessero tutte e 3 le neopromosse, e 1992, quando retrocessero 3 delle 4 neopromosse).

Pubblicità NumericalcioLEGGI ANCHE:
Numeri e curiosità sul campionato di Serie A
– Liverpool “regina d’Europa”. Quattro italiane nella “Top ten” europea
– Da Baresi a Pellissier, oltre venti anni di maglie ritirate in Italia

Scatta il campionato di Serie A: quanto siete preparati?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy