Juventus, il bilancio 2016/17 si chiude col record di ricavi e 42 milioni di utile

Juventus, il bilancio 2016/17 si chiude col record di ricavi e 42 milioni di utile

Il club campione d’Italia è il primo a superare la soglia del mezzo miliardo di ricavi in Serie A

di spes

Il trend positivo della Juventus prosegue e, come prevedibile, il fatturato al 30 giugno 2017 segna un nuovo record in casa bianconera. Il club campione d’Italia, leggiamo sul blog di Marco Bellinazzo,  è il primo a superare la soglia del mezzo miliardo di ricavi in Serie A: 562,7 milioni alla chiusura dell’esercizio 2016/17, il 45% in più rispetto al bilancio precedente, con un utile di 42,6 milioni di euro. I ricavi correnti, pari a 411,56 milioni di euro, sono in aumento di circa 70 milioni, ma le operazioni di mercato hanno spinto i bianconeri oltre la soglia dei cinquecento milioni. Un primato reso possibile grazie alle plusvalenze, pari a 139,8 milioni di euro: l’affare Pogba fa dunque da volano alla crescita della Juventus, che rimane in scia alle superpotenze europee in termini di ricavi.
Proprio sul fronte della gestione dei diritti dei calciatori, il club bianconero ha registrato la maggiore variazione nel giro di un anno. Circa 104,7 milioni in più di differenza dati dalle cessioni non solo di Pogba al Manchester United, ma anche di Pereyra al Watford e Zaza al West Ham, più l’esercizio della recompra da parte del Real Madrid per Morata. La fetta più importante del fatturato rimane però quella dei proventi radiotelevisivi e media, ancora in aumento nel giro di un anno: 232,8 milioni di euro, 37,9 in più rispetto a quelli messi a bilancio nel giugno 2016. Risposte positive anche dal pubblico dello Juventus Stadium, con ricavi dal botteghino pari a 57,8 milioni contro i 43,7 di un anno prima. In leggero aumento i ricavi da sponsor e pubblicità (74,7 milioni, 70 nel 2016) oltre che dalla vendita di prodotti e licenze (19,2 milioni, +5,7 nel giro di un anno).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy