Europeo Under 21 – Rep. Ceca-Italia 1-1. Gli azzurri finiscono in nove

La diretta testuale e il tabellino in tempo reale di Repubblica Ceca-Italia, valida per la prima giornata della fase finale gironi del Campionato Europeo Under 21

di redazione nc.it

LIVE

EURO U21 – 2021
FASE A GIRONI

 

1 1
RETI: 31 Scamacca (I), 75 Maggiore aut. (C)
Risultato finale
                     TABELLINO
COMPLETO
STATISTICHE
RISULTATI E
CLASSIFICHE

CONVOCATI
AZZURRI
DIRETTA TESTUALE

90+5  – TERMINA LA GARA


90
+4 – Marchizza riceve il secondo cartellino giallo e viene espulso. Secondo giallo per Marchizza dopo l’intervento su Drchal, Italia in 9 uomini.


90
+2 – 
Cartellino giallo per Janošek per un intervento falloso su Rovella


90 – CONCESSI 4 MINUTI DI RECUPERO


84 –
 Cartellino rosso per Tonali per l’intervento falloso su Šašinka

80 – Bucha viene ammonito dall’arbitro per un fallo su Rovella

 

75 – Karabec disegna un cross tagliato da calcio di punizione, Maggiore prolunga di testa la traiettoria del pallone, che si insacca alle spalle di Carnesecchi. Autorete del numero 21 degli Azzurrini, è 1-1 a Celje

74 – L’arbitro mostra il cartellino giallo a Marchizza autore di un fallo su Lingr

64 – L’arbitro mostra il cartellino giallo a Zappa per un fallo su Sadílek

 

60 – Occasione Italia! Cross dalla destra di Frattesi, Cutrone, inseritosi sul primo palo, lascia scorrere la sfera: alle sue spalle c’è Scamacca, che anticipa Vitík e conclude in girata con il destro, sfiorando lo specchio della porta di Jedlička.

 

54 – Cartellino giallo. L’arbitro mostra il cartellino giallo a Vitík. Intervento in ritardo su Maggiore da parte di Vitík, che riceve il primo giallo del match

51 – Maggiore sfrutta il movimento di Sala e si costruisce lo spazio per il destro dal limite, la sua conclusione termina sul fondo senza impensierire Jedlička

46 – COMINCIA LA RIPRESA

Pubblicità Numericalcio

45 – L’arbitro fischia la fine del primo tempo.
Italia in vantaggio dopo la prima frazione di Celje: è Scamacca, abile nello sfruttare l’assist di Cutrone, a decidere per il momento la sfida tra gli Azzurrini e la Repubblica Ceca.


31 – GOL ITALIA! La pressione di Frattesi costringe Šulc all’errore, permettendo a Cutrone di recuperare la sfera e premiare lo scatto in area di Scamacca: il numero 11 evita l’uscita di Jedlička spostando in avanti il pallone con il sinistro e appoggia in rete di destro, Italia in vantaggio a Celje!

17 – Cutrone vince un duello sulla corsia e innesca in area Scamacca, il numero 11 sceglie un destro potente che Jedlička riesce a respingere. L’Italia torna a farsi vedere con pericolosità in avanti!

13 – Altro tentativo di Lingr, Carnesecchi è ancora attento e respinge: fase di pressione offensiva per la Repubblica Ceca

11 – Punizione dalla sinistra di Chaluš, il colpo di testa di Krejčí libera Lingr, il cui tentativo di tap-in sul secondo palo viene neutralizzato dal grande riflesso di Carnesecchi. Occasione Repubblica Ceca


1 –
 Calcio di punizione per l’Italia sulla trequarti, lo conquista Frattesi in seguito all’intervento falloso di Chaluš: Scamacca si incarica della battuta, il suo destro scavalca la barriera ma non si abbassa a sufficienza per inquadrare lo specchio della porta

PARTITI!

Pubblicità Numericalcio
Ad oltre quattro mesi di distanza dall’ultima partita giocata contro la Svezia – gara con la quale l’Under 21 ha chiuso in bellezza il 2020 e il suo percorso nelle qualificazioni, consolidando il primato del girone – gli Azzurrini sono pronti ad aprire un nuovo capitolo della loro storia. Oggi, infatti, esordiranno nel primo incontro della fase finale europea a gironi, giocando a Celje contro la Repubblica Ceca, prima delle tre avversarie di questa fase.

“Abbiamo avuto pochi giorni a disposizione – ammette Nicolato nella conferenza stampa della vigilia – per preparare questa gara, ma ho fiducia nei miei ragazzi. Siamo una squadra giovane, dato che i migliori Under sono giustamente nella Nazionale maggiore, ma contiamo di poterci confrontare nel modo migliore con i nostri avversari. Il nostro è un girone complesso, la prima partita è fondamentale. Ora non servono invenzioni, ma mettere i giocatori al posto giusto, quello che conoscono e dove possono esprimersi al meglio. Partiamo quindi da quello che sappiamo fare, perché non c’è davvero tempo per insegnare qualcosa di nuovo”.

La vittoria contro i cechi è quasi un obbligo, considerato che nello stesso girone degli Azzurrini c’è anche la Spagna, che ha vinto tre delle ultime cinque edizioni, oltre alla Slovenia, paese ospitante. E’ una formula inedita quella di questo Campionato Europeo.
L’Italia, che fa parte del gruppo B, affronterà successivamente il 27 a Maribor la Spagna (ore 21) e il 30 marzo ancora a Maribor se la vedrà con i padroni di casa della Slovenia (ore 21). Le prime due classificate dei quattro gironi accederanno ai quarti di finale in programma dal 31 maggio fino alla finale del 6 giugno a Lubiana.

Mancheranno diversi giocatori, chiamati da Mancini in Nazionale maggiore, ma Nicolato è comunque sereno: “La nostra è una selezione di passaggio. Vedere i vari Kean, Tonali, Zaniolo e Pellegrini in Nazionale maggiore gratifica il nostro lavoro. Dobbiamo comunque essere ambiziosi con gli elementi che abbiamo a disposizione”.

Il tecnico spera di avere a disposizione anche Marchizza: “Sta abbastanza bene. In mattinata faremo il test per capire se è nelle condizioni di giocare. Ci dispiacerebbe perdere giocatori prima di iniziare”. A guidare la difesa ci sarà Matteo Gabbia, cinque volte titolare col Milan nelle prime undici giornate di campionato per poi fermarsi a causa di un infortunio al legamento collaterale mediale: “E’ stato un periodo particolare – sottolinea il giocatore – l’infortunio mi ha frenato proprio quando stavo giocando con continuità. Ma ho avuto la fortuna di giocare contro il Napoli e ho ricevuto buone sensazioni. Sono pronto per dare il mio contributo”.

Gli Azzurrini si sono qualificati alla fase finale a gironi vincendo il Gruppo 1 con quattro lunghezze di vantaggio sull’Islanda e sei sulla Repubblica d’Irlanda, un percorso fatto di otto successi, un pareggio e una sola sconfitta, quella in casa della Svezia. Ventisette le reti realizzate e solo cinque i gol subìti da una Nazionale che sogna di salire sul tetto d’Europa sedici anni dopo il quinto e ultimo trionfo continentale.

Nations League Numericalcio

Pubblicità Numericalcio

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy