Mondiale Under 17 – Isole Salomone-Italia 0-5. Show di Willy Gnonto

Mondiale Under 17 – Isole Salomone-Italia 0-5. Show di Willy Gnonto

Gli azzurrini di Nunziata esordiscono nella competizione mondiale

di Roberto Vinciguerra, @RobWinwar

 

CAMPIONATO MONDIALE U17

 

Estadio “Bezerrao”
Brasilia
——–
ISOLE SALOMONE-ITALIA  0-5

RETI: 23 Gnonto, 29 Cudrig, 34 Gnonto, 75 Tongya, 81 Capone 
——–
-> TABELLINO LIVE

 

Risultato finale

CLICCA PER AGGIORNARE
LA PAGINA

-> LEGGI I CONVOCATI DELL’ITALIA
-> CLICCA PER LEGGERE TUTTI I RISULTATI DEL MONDIALE
Pubblicità Numericalcio

DIRETTA TESTUALE
90+4 – TERMINA LA GARA. GLI AZZURRI APRONO CON UN NETTO SUCCESSO LA LORO AVVENTURA MONDIALE
90+2 – OCCASIONE ITALIA:
Pirola, ben piazzato dal limite, spara alto nonostante non avesse alcun avversario a contrastarlo
90 – CONCESSI 3 MINUTI DI RECUPERO
88 –
L’Italia chiude in attacco
– PILLOLA STATISTICA: l’Italia ha tentato 31 tiri (16 nello specchio), ma ha anche concesso 13 tiri agli avversari (di cui 9 nello specchio). Netto il possesso di palla azzurro: 62%

81 – CINQUINA AZZURRA!Capone riceve un ottimo assist al limite dell’area ed è bravo quanto freddo ad infilare Malam nell’angolo basso
75 – POKER AZZURRO!
Ottimo assist rasoterra di Ruggeri dalla fascia sinistra per Tongya che fa fuori un avversario con una finta efficace, per poi sparare a rete senza lasciare alcun scampo a Malam
72 –
Tongya prova un’incursione individuale dalla fascia destra. Tutto bene tranne la conclusione, forzata, che non trova lo specchio della porta avversaria
70 – AMMONITO DALLE MURA
per un intervento falloso su Leai
63 – OCCASIONE ISOLE SALOMONE:
come nel primo tempo, è ancora Leai a liberare un bel tiro dal limite sul quale Molla compie un ottimo intervento in volo
55 – OCCASIONE ITALIA:
Brentan, ben lanciato in contropiede, cerca di infilare il portiere avversario in uscita, ma il rasoterra si spegne sul lato esterno
54 –
Giovane prova nuovamente a trovare con il sinistro lo specchio della porta avversaria, ma la palla termina ancora vicino al palo alla destra da Malam come pochi minuti fa 
49 –
Anche le Isole Salomone provano la conclusione, ma il tentativo di Fakasori va altissimo sopra la traversa
48 –
Il primo tentativo della ripresa è proprio del neo entrato Giovane, ma la conclusione da lontano di sinistro termina a lato di poco
46 – SOSTITUZIONE ITALIA:
entra Giovane, esce Udogie
46 – RICOMINCIA LA GARA
45+2 – TERMINA IL PRIMO TEMPO
45 – CONCESSI 2 MINUTI DI RECUPERO
37 –
Ancora Gnonto prova a perforare la rete avversaria, ma Malam gli nega, per adesso, la soddisfazione del tris personale
34 – TRIS ITALIA! Willy Gnonto raccoglie un bell’assist di Cudrig, si porta a spasso 3 difensori avversari e poi infila Malam con un destro rasoterra imparabile
29 – RADDOPPIO AZZURRO! Gnonto vince un dribbling sulla fascia sinistra e, dopo essersi liberato, è bravo a trovare Cudrig da solo al centro dell’area, il quale non deve fare altro che appoggiare in rete a porta sguarnita
27 –
Doppio tentativo di Brentan che cerca il raddoppio azzurro con due bei tiri: il primo esce sopra la traversa, il secondo, invece, viene deviato in angolo dall’estremo difensore avversario
23 – GOL ITALIA! Willy Gnonto raccoglie un bell’assist di Tongya e di destro trafigge Malam con un bel diagonale
21 – OCCASIONE ITALIA:
sempre sugli sviluppi di un calcio d’angolo è Gnonto a tentare la deviazione di testa, ma la conclusione, nonostante la favorevole posizione, finisce incredibilmente fuori!
17 – OCCASIONE ITALIA:
ottima elevazione di Pirola di testa su corner di Panada, il tentativo del centrale azzurro viene deviato sulla traversa da Malam
13 –
Entrambe le squadre si sono “allungate”, dando vita ad interessanti azioni. Le Isole Salomone sono meno sprovvedute rispetto a quello che potremmo credere 
11 – OCCASIONE ISOLE SALOMONE: 
Leai riesce a sfondare per vie centrali fino ad arrivare al tiro, deviato in angolo da Pirola
10 – OCCASIONE ITALIA:
Tongya riesce a sferrare un buon fendente da fuori area, ma la palla termina di poco alta sulla traversa
7 –
Dopo avere subito la veemenza degli azzurrini per i primi 5 minuti di gara, le Isole Salomone hanno alzato il loro baricentro di gioco, arrivando al cross in due occasioni
2 –
Partono subito all’attacco i vice campioni d’Europa
1 –
Le Isole Salomone muovono il primo pallone della gara
PARTITI!

Italia in campo con la divisa verde. Le Isole Salomone rispondono con maglia gialla e pantaloncini azzurri

La partita inaugurale dell’Italia contro le Isole Salomone si gioca allo ‘Estadio Bezerrao’ di Brasilia alle 21 (17 locali). Intanto il Mondiale è cominciato. Si sono giocate le prime quattro gare del girone A e B: i padroni di casa del Brasile hanno assestato il poker ai canadesi (4-1) con il numero 10 Peglow autore di una doppietta.
Gli Azzurrini, la vigilia dell’esordio mondiale l’hanno trascorsa con il solito allenamento mattutino fatto di rifinitura tecnica e partitella finale. Alessandro Arlotti, che sostituisce Lorenzo Colombo infortunato, ieri sera ha raggiunto i propri compagni: il giocatore del Monaco appare in ottima forma ed è desideroso di mettersi a disposizione del tecnico e della squadra con cui è giunto al secondo posto del Campionato Europeo in Irlanda lo scorso maggio. Tutta la rosa è a disposizione di Carmine Nunziata a cui rimangono pochi dubbi da sciogliere per la partita di stasera. Ma le sue preoccupazioni non sono solo di carattere tecnico: “E’ la partita iniziale del girone ed è fondamentale iniziare bene perché la strada divenga meno ripida. E’ la gara più importante e la pressione psicologica può farsi sentire. Ma questo è un gruppo solido, attrezzato per superare questo tipo di problemi”.

RISULTATI E CLASSIFICHE DI:
-> Youth League
-> Primavera 1
->
Primavera 2
-> Under 18
-> Under 17
-> Under 16
-> Under 15

——————————
LEGGI ANCHE:
COPPA ITALIA PRIMAVERA – Il tabellone aggiornato
TUTTITALENTI.COM – Le schede dei giovani talenti

Pubblicità Numericalcio

Per le Isole Salomone si tratta della prima partecipazione ai Mondiali di categoria. Arriva seconda nel campionato Under 17 che si disputa in Oceania, campionato che qualifica alla rassegna iridata: sul campo, non ha mai perso. L’unica sconfitta la subisce in finale, contro la Nuova Zelanda dopo aver finito i tempi regolamentari in parità (0-0), perde hai rigori conquistando così il secondo posto. Di quella squadra, solo 9 giocatori sono qui in Brasile, tutti gli altri sono frutto di decisioni tecniche dell’ultima ora. Gioca normalmente con un 4-2-4 (4-4-2 in fase difensiva) e i giocatori di maggior pregio sono quelli offensivi. Tra tutti, Raphael Leai il centrocampista, faro della squadra, proveniente dal Futsal, che nelle fasi di qualificazioni ha segnato più di 10 reti. La grande forza di questo gruppo è data dalla coesione e dall’entusiasmo per essere arrivati sin qui.
Ed è quello che teme il capitano degli Azzurrini, il centrocampista dell’Atalanta Simone Panada: “Avranno voglia di mettersi in mostra: per loro, nella storia , è la prima volta che si qualificano a un Mondiale. Ma noi siamo pronti e vogliamo andare fino in fondo”.

Simone tira i primi calci a Uso Casaglia, in provincia di Brescia, presso la locale scuola calcio, ispirato da Busquets (ora il suo idolo è De Jong) e motivato dal fratello maggiore, buon calciatore ma che ha scelto di frequentare l’Università. A 7 anni viene selezionato dall’Atalanta durante un torneo disputato a Pasqua e lì inizia tutta la trafila delle giovanili fino ad arrivare in questa stagione ad esordire nella Youth League contro la Dinamo Zagabria. La sua carriera Azzurra inizia con Torneo di Natale che si disputa ogni anno a Coverciano. Antonio Rocca lo porta con sé nella Under 15 e nel 2017 lo fa esordire contro la Romania fino ad arrivare alla Under 17 quest’anno, capitano della squadra vice campione Europeo in Irlanda: “Siamo un gruppo di grande qualità e con tanta potenzialità – dice Panada – e da questo Mondiale ci aspettiamo molto. Per questa gara temo solo la pressione del primo incontro ma se facciamo come abbiamo fatto nell’Europeo, non avremo problemi”. Non teme la qualità tecnica degli avversari di stasera mentre le altre due (Paraguay e Messico) le giudica più attrezzate tecnicamente.

Da questa competizione si aspetta il salto di qualità, personale e del gruppo: “Io li incito sempre a dare il meglio di loro stessi e tutti insieme, siamo la forza che ci può portare a vincere questo mondiale. Dobbiamo continuare ad essere un gruppo, come sempre, con umiltà e consapevoli delle nostre qualità: noi in campo noi siamo una squadra; fuori dal campo, una famiglia”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy